Intimidazioni: i medici veterinari siciliani esprimono solidarietà al collega Giuseppe Fasciana

Incendio nell'azienda agricola di famiglia
17/07/2017
.

Attentato incendiario nella proprietà del neoeletto sindaco di Villarosa Giuseppe Fasciana, giovane medico veterinario nonché imprenditore agricolo: qualcuno ha appiccato un incendio all’interno dell’azienda agricola della sua famiglia, a mezzo chilometro dall’ingresso del paese.
L’Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Enna e la Federazione Regionale degli Ordini Veterinari della Sicilia, pongono crescente attenzione alle notizie diffuse dagli Organi di stampa e dai Social in merito ai ripetuti atti intimidatori perpetrati nei confronti del Sindaco e collega, già Presidente dell’Ordine nell’anno 2012, nonché stimato professionista ed imprenditore zootecnico, esprimendogli piena solidarietà e vicinanza per i dolorosi accadimenti.

Nel comunicato diramato in argomento si legge che “è anche dovere deontologico-istituzionale degli Ordini professionali difendere e tutelare la posizione dei colleghi che quotidianamente mettono a rischio la loro vita prestando onestamente e con dignitoso coraggio la propria opera attraverso la personale esposizione in rappresentanza delle Pubbliche Amministrazioni: a tutti loro va il nostro plauso ed incoraggiamento, chiedendone ufficialmente tutela ai Comitati provinciali per l'ordine e la sicurezza, alla Commissione di vigilanza sul fenomeno della mafia in Sicilia e ed agli Enti preposti attraverso la convocazione di un tavolo di confronto aperto anche alle Organizzazioni Sindacali e di Categoria, nell’ambito del quale poter avanzare concrete proposte per prevenire eventuali fenomeni intimidatori e corruttivi e per migliorare l'efficacia della prevenzione nell’ambito delle emergenze non epidemiche”.
L’incendio, quasi certamente di matrice dolosa, ha riguardato alcune balle di fieno che erano state collocate nella proprietà del primo cittadino, per un danno di poche migliaia di euro. Dopo l’intervento dei vigili del fuoco, il sindaco Fasciana ha sporto denuncia ai carabinieri e ieri mattina ha incontrato il prefetto di Enna, Maria Rita Leonardi.

Fonte: 
Ufficio stampa FNOVI