Esportazione verso il Giappone di prodotti a base di carni bovine: la nota del Ministero della Salute

Per renderli riconoscibili l’etichetta dovrà riportare la dicitura ‘EJ’, acronimo di ‘Eligible for Japan’
04/05/2018
.

Una nota della Direzione generale della sicurezza alimentare (DGISAN), nell’informare dell’esito favorevole delle negoziazioni svolte tra l’Italia ed il Giappone, indica le condizioni con le quali saranno fornite appropriate garanzie e trasmette sia il certificato veterinario che dovrà accompagnare i prodotti che il modello di precertificato che dovrà scortare le carni fresche fino allo stabilimento di trasformazione e che dovrà essere allegato anche al certificato finale.

La nota firmata dal DG Gaetana Ferri, richiama in particolare l'attenzione su alcuni punti che "si discostano in maniera significativa rispetto a quanto previsto dai regolamenti comunitari" e che riguardano la tracciabilità della materia prima, l'autorizzazione degli stabilimenti, gli stabilimenti già abilitati ad esportare prodotti a base di carne suina e le procedure di sanificazione.

Fonte: 
Ufficio stampa FNOVI