Veterinaria: accordo UE per limitare l’uso di antibiotici negli allevamenti

07/06/2018
.

Ancora dei paletti per l’uso degli antibiotici negli allevamenti.
Lo prevede un accordo tra le istituzioni europee come strategia per combattere l’antibiotico resistenza.
Le nuove misure limiteranno l'uso profilattico di antimicrobici (cioè come misura preventiva, in assenza di segni clinici di infezione) solo quando è pienamente giustificato da un veterinario, prevedono reciprocità delle norme dell'Ue sull'uso degli antibiotici per i prodotti alimentari importati e incentivi per incoraggiare la ricerca su nuovi principi attivi.

La nuova normativa specifica che in nessuna circostanza la medicina veterinaria può migliorare le performance di un allevamento.
A decidere in merito all’utilizzo degli antibiotici sarà il veterinario a seguito di esami specifici. La giustificazione che deriva dagli esperti deve derivare dall’impossibilità, inoltre, di trovare altre terapie.

Fonte: 
Ufficio stampa FNOVI