Lotta ai parassiti: FNOVI suggerisce il coinvolgimento degli IIZZSS e dei Servizi Veterinari delle USL

02/10/2018
.

Una risposta del Sottosegretario all'Ambiente ad una interpellanza con la quale si chiedeva al governo quali iniziative intendesse assumere per favorire l'introduzione sul nostro territorio di specie esotiche che possano combattere i parassiti, pratica vietata dal DPR n. 357 del 1997, ha indotto Gaetano Penocchio a scrivere al Ministro della Salute per suggerire un maggior coinvolgimento degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali e dei Servizi Veterinari delle USL, da anni in prima fila nel monitoraggio e contrasto di infezioni ed infestazioni.
 

Il Sottosegretario all'Ambiente, On.le Salvatore Micillo, ha riferito che è attualmente in corso l'iter per la modifica dell'articolo 12 del DPR n. 357 del 1997 che, ove definitivamente approvata, tempererebbe il divieto in oggetto, consentendo l'immissione anche di specie e di popolazioni non autoctone, pur con le garanzie derivanti dalla necessità di tutelare gli habitat naturali. 
Il Presidente FNOVI, convenendo sull’importanza del contrasto ad insetti, nel controllo delle molteplici patologie vettoriali, che interessano la salute nonché molteplici ambiti produttivi, ha chiesto al Ministro Giulia Grillo di valutare l’opportunità di meglio sviluppare le competenze specifiche, dando maggiore organicità alle eccellenze già oggi presenti, anche attraverso il confronto con le Regioni, per l’organizzazione di una rete di sorveglianza strutturata sui Servizi Veterinari e sugli Istituti Zooprofilattici del Servizio Sanitario Nazionale.   
È opinione della FNOVI che quanto suggerito potrà garantire un maggior livello di appropriatezza della risposta attesa sulla problematica in commento.

Fonte: 
Ufficio stampa FNOVI