Apicoltura: la FAO lancia tre sondaggi

27/09/2019
.

Sono attualmente disponibili sul sito della FAO - che ha predisposto una piattaforma dedicata all’apicoltura (TECA beekeeping) in cui gli apicoltori possono confrontarsi tra loro, con esperti e con rappresentanti di organizzazioni e istituzioni che si occupano del settore al fine di condividere informazioni, conoscenze ed esperienze a livello internazionale - tre sondaggi (anche in lingua italiana) indirizzati agli apicoltori, due dedicati alle buone pratiche apistiche ed uno all’uso corretto del farmaco in apiario.
I sondaggi sono stati messi a punto grazie alla collaborazione tra l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana, la FAO, l’Università degli Appalachi (USA) ed Apimondia nell’ambito del progetto europeo BPRACTICES e sono finalizzati a raccogliere dati a livello internazionale.

L’uso di medicinali veterinari può essere ridotto mediante l’applicazione di buone pratiche apistiche. La corretta gestione degli alveari favorisce la salute degli alveari e previene le malattie delle api. Questo approccio è alla base di una apicoltura sostenibile.
L’uso illecito od improprio dei farmaci influisce sulla qualità dei prodotti dell’alveare (miele, pappa reale, polline, propoli e cera) per la presenza di residui pericolosi per i consumatori, oppure comporta nel tempo l’inefficacia dei trattamenti a seguito dello sviluppo di forme di resistenza nei patogeni delle api.
Tutti gli apicoltori sono invitati a collaborare alla raccolta delle suddette informazioni, rispondendo a tutti o ad almeno uno dei sondaggi:
Sondaggio sulla gestione della varroa
Sondaggio sulla resistenza agli antibiotici
Sondaggio sulla gestione delle malattie infettive delle api
Per completare ogni sondaggio occorrono circa 5 minuti e le risposte sono completamente anonime. Una buona qualità delle risposte fornite garantirà una attendibile valutazione delle problematiche del settore apistico e aiuterà i governi a rispondere ai suoi reali bisogni.
I risultati dei sondaggi saranno condivisi sulla piattaforma TECA attraverso una discussione con moderatore, che sarà organizzata entro la fine del 2019.
E’ previsto un premio per un apicoltore di ciascun continente estratto casualmente da un sistema informatico. Il premio, donato da Apimondia, FAO ed IZSLT, consisterà in attrezzature e pubblicazioni relative all’apicoltura. Gli intervistati che desiderano partecipare all’estrazione del premio devono selezionare la relativa casella nei sondaggi e comunicare il loro indirizzo e-mail in modo da essere contattati entro il 20 dicembre 2019.

(Fonte: www.izslt.it)