Anagrafe avicola: "notevoli differenze" fra i dati ed il Ministero della Salute chiede verifiche e interventi urgenti

14/10/2019
.

Ci sono "notevoli differenze" fra i dati di macellazione degli avicoli registrati per il 2018 e quanto comunicato dalle regioni alla DGISAN per lo stesso anno: il numero di macelli avicoli attivi nei territori di competenza e il numero degli avicoli macellati risultano incongruenti. Questo è quanto divulgato da una nota a firma congiunta delle Direzioni Generali della Sanità Animale (DGSAF) e della Sicurezza Alimentare (DGISAN).
Le Direzioni ministeriali ricordano che il responsabile dello stabilimento di macellazione deve registrare, per ciascuna partita di avicoli macellata nel proprio stabilimento, le informazioni previste dal Decreto del 13 novembre 2013 con la supervisione del Servizio Veterinario. Inoltre, la registrazione delle macellazioni in BDN "è uno degli indicatori che i Servizi Veterinari, regionali e delle ASL, devono costantemente monitorare".

La nota rimanda all'accesso, previa autenticazione, alle pagine “Implementazioni” dell’applicativo "Statistiche" del portale Vetinfo; le  modalità sono specificate nella sezione “documentazione”.
Essendo "tuttora elevato il numero di stabilimenti di macellazione per avicoli che non registrano macellazioni in BDN", il Ministero della Salute ha invitato i Servizi Veterinari regionali ad intervenire "urgentemente", affinché gli operatori del settore soddisfino i requisiti normativi, "prevedendo soprattutto in caso di recidive, anche la possibilità di sospensione dell’attività dello stabilimento di macellazione, per un periodo di tempo adeguato".

Fonte: 
Ufficio stampa FNOVI
FNOVI!
iscriviti alla newsletter di