I DELEGATI ENPAV APPROVANO LA RIFORMA ELETTORALE DELL’ENTE

Il passaggio successivo sarà quello di attendere l’approvazione dei Ministeri vigilanti
28/07/2020
.

L’Assemblea Nazionale dei Delegati nella riunione dello scorso 25 luglio, convocata a Roma presso l’auditorium di Via della Conciliazione, ha approvato la riforma del sistema elettorale per l’elezione del Presidente, del Consiglio di Amministrazione e del Collegio sindacale. I delegati che hanno partecipato alla discussione sono stati 96, la maggior parte erano in presenza, circa il 30% erano collegati da remoto. La discussione è stata molto ampia e non sono mancati momenti di confronto anche piuttosto vivaci con una parte dei delegati, ma alla fine è prevalsa la volontà della maggioranza”: questo l’incipit del comunicato stampa diramato dalla Segreteria di Presidenza.

Da Via Castelfidardo si commenta che la riforma si incentra su due novità fondamentali: la prima attiene all’introduzione di un sistema di liste concorrenti, ciascuna delle quali dovrà prevedere la candidatura di tutti i componenti degli Organi da eleggere (Presidente, Consiglio di Amministrazione e Collegio sindacale); la seconda attiene al numero dei mandati di gestione e alla introduzione di tre mandati nella medesima carica, invece degli attuali due mandati previsti per gli Organi apicali, nonché di quattro mandati per i Delegati invece degli attuali tre mandati.

Il comunicato si conclude informando che il passaggio successivo sarà quello di attendere l’approvazione dei Ministeri vigilanti che i verti ENPAV auspicano possa arrivare in tempo utile per la tornata elettorale dell’aprile 2022.

(Fonte: www.enpav.it)

FNOVI!
iscriviti alla newsletter di