NO, REZZA, ONE HEALTH NON È SOLO UNO SLOGAN. È L’APPROCCIO SCIENTIFICO CHE CI SALVA.

09/10/2020
.

One Health è l’approccio - promosso e sostenuto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, la FAO e l’Organizzazione Mondiale della Sanità Animale - che riconosce come la salute degli esseri umani sia indissolubilmente legata e connessa a quella degli animali e dell’ambiente. L’approccio One Health è di vitale importanza soprattutto quando si affrontano temi fondamentali per la sopravvivenza umana e di tutto il pianeta: ne abbiamo evidenza tutti i giorni, dal grave problema della resistenza agli antimicrobici (AMR), che rende meno efficaci terapie che salvano ogni anno milioni di vite, fino al COVID19 le cui conseguenze viviamo sulla pelle tutti quotidianamente.

Nel suo ruolo di rappresentanza della professione medico veterinaria, FNOVI apprende con sgomento che, pochi giorni fa, il Direttore Generale della Prevenzione presso il Ministero della Salute Giovanni Rezza ha definito l’approccio One Health niente più che “uno slogan”, per di più nel corso di un evento del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2020 che aveva la finalità di “divulgare la visione e l’approccio One Health, basati sulla consapevolezza delle complesse relazioni tra salute ambientale, animale e umana”.

Esprimiamo anche tutto il nostro sconcerto di fronte alla superficialità e all’assoluta assenza di rispetto con cui si è inoltre affermato che i Medici Veterinari possano “essere molto contenti” nel definire qualsiasi patologia umana “come una zoonosi, quindi di derivazione animale”. No, non siamo minimamente contenti.

Tutti i giorni noi Medici Veterinari ci impegniamo per tutelare la salute pubblica e, in tutto il mondo, siamo parte fondamentale della rete di sicurezza di fronte al diffondersi di gravi patologie. Ricordiamo che il Ministero della Salute condivide pienamente le posizioni di FNOVI e dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in merito all’approccio One Health: era il 2018 quando lo stesso Ministero ha concesso il patrocinio e condiviso proprio la campagna FNOVI “ONE HEALTH”.

Siamo sicuri che le considerazioni sopra riportate siano frutto di una semplice svista comunicativa, ma soprattutto ci auguriamo che non se ne verifichino ulteriori, specialmente in tempi difficili come quelli attuali. Per tutti.

FNOVI!
iscriviti alla newsletter di