FNOVI – RIUNIONE DEL GDL RAPPORTI CON L’UNIVERSITÀ CON UNIPD

Gli obiettivi del GdL
26/05/2021
.

Lunedì 25 Maggio si è svolta la  riunione da remoto del GdL Fnovi “Rapporti con l’Università” - Carla Bernasconi, Daniela Mulas, Orlando Paciello e Gaetano Penocchio -  con  il Direttore del Dipartimento di Scienze Veterinarie e sicurezza alimentare UniPD prof Alessandro Zotti ed il prof. Matteo Giansella della stessa Università.

Questo è stato il primo di una serie di incontri che il GdL ha in programma di effettuare, possibilmente in presenza, con tutti i Dipartimenti Universitari Italiani sede dei Corsi di Laurea in Medicina Veterinaria.

 

Tra gli altri obiettivi del GdL l'organizzazione di incontri, possibilmente in presenza, presso le sedi dei Dipartimenti di Medicina Veterinaria italiani con i Direttori dei Dipartimenti sede dei CdL in Med.Vet., i coordinatori dei CdL ed i Direttori delle Scuole di Specializzazione, Master e perfezionamenti per conoscere nel dettaglio le attività formative. Agli incontri proponiamo la partecipazione dei Presidenti degli Ordini territoriali. Durante questi incontri si potranno organizzare dei briefing con gli studenti del 5 anno per aiutarli ad orientarsi nel mondo del lavoro e la creazione, in sinergia con i Direttori dei Dipartimenti di una guida alla formazione post laurea offerta dalle Università italiane per la professione.

Inoltre il GdL seguirà con attenzione la modifica della dizione dell’abilitazione da «veterinario» a «medico veterinario» già proposta come emendamento al DDL Lauree Abilitanti. Inoltre si impegnerà affinché la Laurea in Medicina Veterinaria venga riconosciuta come Laurea sanitaria ed inquadrata nei SSR ai sensi della Legge 502/92.
Per il tirocinio abilitante si proporrà una linea guida nazionale con dei requisiti minimi e verificabili, indispensabile per il conseguimento dei corrispettivi CFU.

Per le Scuole di Specializzazione occorre ridefinirne gli obiettivi e considerare la necessità di orientarle alle vere esigenze della professione. Le stesse dovranno essere inserite nell’ambito delle specializzazioni sanitarie ed avere un riconoscimento europeo, anche come percorso/titolo intermedio ai Diplomi dei College europei/americani. Il Diploma di Specializzazione dovrà, inoltre, essere riconosciuto come titolo equiparabile al dottorato di ricerca ai fini degli accessi alla carriera universitaria e all’abilitazione ASN (analogamente a quando già avviene nell’Area Medica). Agli specializzandi deve essere riconosciuto un stipendio alla pari dei dottorandi.

Nei giorni scorsi il GdL Rapporti con l’Università ha già avuto un incontro da remoto in tema di ddl lauree abilitanti.

Fonte: 
FNOVI
FNOVI!
iscriviti alla newsletter di