WHAT DO ADOLESCENTS KNOW ABOUT ONE-HEALTH AND ZOONOTIC RISKS? A SCHOOL-BASED SURVEY IN ITALY, AUSTRIA, GERMANY, SLOVENIA, MAURITIUS, AND JAPAN

Più di un terzo degli adolescenti dei 6 paesi manifesta una profonda ignoranza in merito ai rischi sanitari elementari legati alla trasmissione delle zoonosi, ma bastano due ore di didattica frontale per aumentare la consapevolezza
19/08/2021
.

Lo studio scientifico pubblicato sulla rivista scientifica Frontiers in Public Health nell’ambito del progetto europeo BIOCRIME descrive  i risultati di una campagna di prevenzione e informazione sul traffico illegale di animali da compagnia e sui rischi sanitari legati a questo tipo di commercio proibito, ma ancora largamente diffuso.

Con Biocrime, progetto di cooperazione transfrontaliera che unisce sanità pubblica veterinaria, Magistratura e Forze dell’Ordine di Italia e Austria con l’obiettivo di contrastare questo fenomeno, si è pensato di avviare un’azione di sensibilizzazione sui potenziali fruitori di questo spregevole e pericolo traffico di animali: le famiglie con giovani adolescenti - spiega la Regione Friuli Venezia Giulia, Lead partner del progetto di 

Nelle scuole di Friuli Venezia Giulia, Land Carinzia, Slovenia, Germania, Provincia autonoma di Bolzano Mauritius e Giappone è stata compiuta un’indagine a campione sui ragazzi per capire quale fosse il loro livello di conoscenza delle zoonosi – malattie che si trasmettono direttamente o indirettamente dagli animali e uomo - e del concetto di One Health che considera la salute umana strettamente legata a quella degli animali e all’ambiente condiviso da entrambi.

E’ stato dimostrato che più di un terzo degli adolescenti dei 6 paesi manifesta una profonda ignoranza in merito ai rischi sanitari elementari legati alla trasmissione delle zoonosi, ma bastano due ore di didattica frontale per aumentare la consapevolezza in merito a tale rischio, al quale siamo continuamente esposti specialmente in un periodo pandemico.
Infatti, più del 60% delle 1.700 malattie infettive che colpiscono l'uomo derivano dagli animali e le pandemie zoonosiche, di cui il COVID-19 è solo l’ultimo esempio in ordine di tempo, dopo essere partite da fenomeni sporadici circoscritti alle aree rurali, sono diventate un'emergenza globale grazie anche al commercio illegale di animali. Infatti, tale attività criminale, oltre ai problemi di natura etica comporta elevati rischi di tipo sanitario poiché gli animali immessi nel mercato nero, pur provenendo da aree infette non sono sottoposti ad alcun controllo sanitario esponendo quindi la popolazione a gravi rischi sanitari con ripercussioni economiche di centinaia di milioni di euro a carico delle Regioni destinatarie del traffico di animali. 

L’attività di divulgazione nelle scuole del Friuli Venezia Giulia è stata fatta assieme alle Unità Cinofile del Comando Regionale della Guardia di Finanza, partner associato di progetto.

Fonte: 
Regione FVG
FNOVI!
iscriviti alla newsletter di