CESSIONE DEL FARMACO AD USO VETERINARIO - LA XII COMMISSIONE DELIBERA DI RIFERIRE FAVOREVOLMENTE

07/10/2021
.

Soddisfazione di Fnovi sull parere favorevole della XII Commissione (Affari sociali), che ha esaminato il disegno di legge recante «Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l'attuazione di altri atti dell'Unione europea – legge di delegazione europea 2021» (C. 3208 Governo) e ha deliberato che resta ferma la possibilità da parte dei veterinari di effettuare la cessione del farmaco per inizio terapia, che costituisce una modalità differente dalla vendita diretta di un medicinale veterinario, restando quest'ultima riservata alle farmacie. 

In tema di cessione Fnovi aveva partecipato lo scorso martedì ad una audizione da remoto nella quale aveva avuto modo di precisare le caratteristiche e le finalità della cessione del farmaco. 

 

Il testo completo 

Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l'attuazione di altri atti dell'Unione europea – Legge di delegazione europea 2021. C. 3208 Governo.

RELAZIONE APPROVATA DALLA COMMISSIONE   
La XII Commissione (Affari sociali), esaminato, per le parti di propria competenza, il disegno di legge recante «Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l'attuazione di altri atti dell'Unione europea – legge di delegazione europea 2021» (C. 3208 Governo);
rilevato che le disposizioni che rientrano nella competenza della Commissione Affari sociali sono contenute nell'articolo 10, che reca una delega al Governo per l'adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Regolamento (UE) 2019/4 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 dicembre 2018, relativo alla fabbricazione, all'immissione sul mercato e all'utilizzo di mangimi medicati, e nell'articolo 11, che dispone circa i criteri e i princìpi di delega per l'adozione dei decreti di adeguamento della normativa nazionale al Regolamento (UE) 2019/6, in materia di medicinali veterinari;    
preso atto, per quanto concerne l'articolo 11, che nella relazione illustrativa del disegno di legge in oggetto si precisa che l'adeguamento della normativa nazionale terrà conto anche degli indirizzi impartiti dalla 12ª Commissione permanente del Senato nella scorsa legislatura, con la risoluzione da essa approvata con riferimento ad alcuni atti comunitari (COM (2014) 557 definitivo e COM (2014) 558 definitivo));    
osservato che tra tali indirizzi è richiamata la necessità di espungere la previsione della vendita diretta dei farmaci da parte del veterinario, occorrendo tenere ferma una netta distinzione di ruoli fra chi prescrive e chi vende il prodotto farmaceutico, ed è al contempo necessario stabilire il diritto-dovere del veterinario di detenere la necessaria scorta di medicinali;    
evidenziata, in proposito, l'opportunità di chiarire che, al fine di tutelare la salute e il benessere degli animali, resta ferma la possibilità da parte dei veterinari di effettuare la cessione del farmaco per inizio terapia, che costituisce una modalità differente dalla vendita diretta di un medicinale veterinario, restando quest'ultima riservata alle farmacie,
DELIBERA DI RIFERIRE FAVOREVOLMENTE.

Fonte: 
FNOVI
FNOVI!
iscriviti alla newsletter di